GRASSE E IL MUSEO DEL PROFUMO DI FRAGONARD

14 Agosto 2018

Grasse la città dei profumi

Se state pianificando un viaggio in Costa Azzurra, non dimenticatevi di Grasse la città dei profumi.

Qui i profumi si fanno da sempre, o almeno da quando Caterina dè Medici, solo quattordicenne, andò in sposa al coetaneo Duca d’Orleans, futuro re di Francia. Da Firenze portò la sua passione per i profumi e per i guanti profumati, che a Grasse incontrò una floridissima produzione di pelletteria. Un incontro davvero felice, tanto che nel 700 nacque poi la corporazione dei Guantai Profumieri, e lentamente Grasse si trasformò da città di guantai a città di profumieri.

Grasse è ritenuta la capitale mondiale del profumo grazie a un’industria che risale al XVI secolo, basata sulle raffinate tecniche di lavorazione delle materie prime locali. La coltivazione dei fiori occupa infatti buona parte del territorio e si contraddistingue per la qualità di elementi quali il gelsomino, dall’aroma particolarmente delicato grazie al fatto di essere coltivato al limite settentrionale della zona geografica in cui tale pianta cresce naturalmente.

Museo del Profumo di Fragonard

Il marchio Fragonard nasce nel 1926 e la fabbrica prende sede in un edificio del 1783. Ancora oggi le metodologie di produzione del profumo sono rimaste le medesime, seppur con qualche piccola facilitazione meccanica.

Nello spazio museale si incontrano gli alambicchi utilizzati per la lavorazione dei fiori, le cisterne per la macerazione e alcune immagini che raccontano le lunghe fasi della lavorazione. La visita di questo piccolo museo è davvero interessante, e non può che concludersi con il grandissimo e fornitissimo shop.

La profumeria Fragonard è la profumeria più antica di Grasse, attualmente possiede sei musei e tre fabbriche, delle quali due sono attive dal principio di attività dell’azienda.

1000 MIGLIA 2019
GIRO D'ITALIA 2019
VAL D'ORCIA